Ma allora.

grattacielo
Beh, buone notizie no? Torino sta morendo, quello che non aveva fatto Chiamparino lo fa quell'altro, silenziosamente, come piace a noi. Sta morendo culturalmente, con la fine di quella parola che tanto piace agli imbolsiti ("movida", un'etichetta proprio del #####), la chiusura dei luoghi di aggregazione, la chiusura dei muri (nel nome del decoro - ?- e della legalità - ? -), le ordinanze restrittive su musica e alcool dopo le 23. Cioè, non che me ne freghi del ragazzino che fa le cinque tra musica tunz e "minchia ho preso tipo 4 ginlemmmon!", ma quello che faceva della città qualcosa di vivo e diverso da Lugano sta sparendo.
Sta morendo, poi, tra gli abusi edilizi, i grattacieli e gli ecomostri, i progetti miliardari dei vari renzopiano che ti fanno le orbite peste appena alzi lo sguardo. E dire che il grattacielo- in DEROGA al prg (piano regolatore, se preferite)- è solo il PRIMO. Perché se dobbiamo diventare dei buoni luganesi, che tornano felici a casa alle 22 con una coppetta gelato e il maglioncino sulle spalle, è anche vero che dobbiamo diventare più milanesi.
E nel processo è chiaro che dobbiamo anche diventare medio-borghesi, nel senso che tutti gli altri (o meglio quelli sotto la soglia minima di sanità e decoro) non hanno più accesso ai servizi. Quindi via le borse di studio, via le agevolazioni, rincari (ulteriori) del 15% sui mezzi pubblici (in compenso le locandine gtt ci spiegano che se sei studente puoi fare l'abbonamento per l'autunno/inverno già da luglio, e pagarlo con bonifico o in comode rate, banconote di piccolo taglio non segnate e non consecutive). Però con la coppetta in mano puoi andare nell'unica arcata aperta- un'aula studio iperfighetta con dentro il suo bravo busters' coffee- o, se la getti nell'apposito cestino per non insozzare di cioccolato i tastini dell'ascensore, potrai finalmente salire all'ultimo piano del grattacielo e goderti una cena panoramica da 70 euro.
A tutto questo hanno contribuito, nell'ordine: i signori Ghigo, Mercedes Bresso, Cota, Chiamparino (che si limitava a mandare gli alpini, come Alemanno con l'esercito) e infine Fassino (che arriva e completa l'opera). Bravi tutti.

ps: con tutto il rispetto per Lugano, non fosse altro che per la canzone di Ivan Graziani.

Beh, buone notizie no? Torino sta morendo, quello che non aveva fatto Chiamparino lo fa quell'altro, silenziosamente, come piace a noi. Sta morendo culturalmente, con la fine di quella parola che tanto piace agli imbolsiti ("movida", un'etichetta proprio del #####), la chiusura dei luoghi di aggregazione, la chiusura dei muri (nel nome del decoro - ?- e della legalità - ? -), le ordinanze restrittive su musica e alcool dopo le 23. Cioè, non che me ne freghi del ragazzino che fa le cinque tra musica tunz e "minchia ho preso tipo 4 ginlemmmon!", ma quello che faceva della città qualcosa di vivo e diverso da Lugano sta sparendo." data-share-imageurl="http://www.umbertomassa.org/blog/sites/default/files/field/image/Grattacielo_Intesa-Sanpaolo_Torino.jpg">
Beh, buone notizie no? Torino sta morendo, quello che non aveva fatto Chiamparino lo fa quell'altro, silenziosamente, come piace a noi. Sta morendo culturalmente, con la fine di quella parola che tanto piace agli imbolsiti ("movida", un'etichetta proprio del #####), la chiusura dei luoghi di aggregazione, la chiusura dei muri (nel nome del decoro - ?- e della legalità - ? -), le ordinanze restrittive su musica e alcool dopo le 23. Cioè, non che me ne freghi del ragazzino che fa le cinque tra musica tunz e "minchia ho preso tipo 4 ginlemmmon!", ma quello che faceva della città qualcosa di vivo e diverso da Lugano sta sparendo." data-share-imageurl="http://www.umbertomassa.org/blog/sites/default/files/field/image/Grattacielo_Intesa-Sanpaolo_Torino.jpg">