torino

Ma allora.

grattacielo
Beh, buone notizie no? Torino sta morendo, quello che non aveva fatto Chiamparino lo fa quell'altro, silenziosamente, come piace a noi. Sta morendo culturalmente, con la fine di quella parola che tanto piace agli imbolsiti ("movida", un'etichetta proprio del #####), la chiusura dei luoghi di aggregazione, la chiusura dei muri (nel nome del decoro - ?- e della legalità - ? -), le ordinanze restrittive su musica e alcool dopo le 23. Cioè, non che me ne freghi del ragazzino che fa le cinque tra musica tunz e "minchia ho preso tipo 4 ginlemmmon!", ma quello che faceva della città qualcosa di vivo e diverso da Lugano sta sparendo.

Storia di un grattacielo

Guardo lo skyline di Torino dall'alto, dal Monte dei Cappuccini; salendo a Superga cambierebbe sensibilmente l'angolazione, e poi il punto di vista rialzato schiaccerebbe la città. E quindi è da qui che guardo le montagne tutto attorno alla piana, e lo skyline.
No.
Guardo i tetti di Torino, perché questo è sempre stato l'ambito esatto, la dimensione della città. Skyline è termine alieno e non ci appartiene.
Naturalmente è solo questione di tempo, e presto avremo anche noi i nostri grattacieli, e diventeremo skyline anche noi.
***
Abbonamento a RSS - torino