movida

Torino, notte di quasi estate

Una settimana fa la sindaca Appendino aveva postato su facebook una lettera strappalacrime. Si chiudeva con un "torneremo a guardare l'alba, sereni" o qualche idiozia simile. Sono quasi sicuro delle parole e dell'ordine, preciso.
Il post era una non-risposta alle accuse dopo i fatti del 3 giugno, finale di Champions' in piazza San Carlo, una piazza senza vie di fuga (e con insufficienti mezzi di soccorso, anche se c'era la solita brava camionetta di militari armati, che tanta sicurezza ci danno) in cui erano stipate alcune decine di migliaia di tifosi. È bastato un allarme (non si sa ancora bene quale) per scatenare il panico. Il risultato lo conosciamo: sui 1500 feriti, una vittima.
Abbonamento a RSS - movida