twitty #10M

[Comunque, città blindata a parte, è stata una manifestazione enorme. Enorme. C'era l'equivalente di una piccola città, marciava per le vie.]

Torino blindata significa ferma, strade vuote come a ferragosto prima del temporale.

I blindati, i civich, i poliziotti bloccano qualunque via. I viali, soprattutto: foglie verdi, asfalto grigio. Lampeggianti blu.

A un incrocio una ragazzetta dice a un'altra: minchia, ma c'è una manifestazione? E di che? #10M #notav

Cerco la coda della manifestazione, ma le fdo bloccano in massa anche a corteo passato. Chi c'è c'è. #10M

E questa è la loro strategia, e sarà chiaro in piazza castello. #notav
|
A proposito della piazza: passandoci all'andata ho visto un assembramento enorme. Nel mezzo c'erano 50 gnagne in body, facevano ginnastica.
|
Per cui, capirete, sono partito con una faccia scurissima a cercare il corteo.
|
Che era enorme, appunto: migliaia di persone, decine di migliaia di persone. La testa era quasi alla piazza, la coda era su cso Francia.
|
E l'arrivo, lento, anche disorganizzato. Molti si accalcano invece di sparpagliarsi e riempire la piazza. I più disciplinati? Gli anarchici.
|
I discorsi sono veloci, spesso si fatica a sentire tutto.La piazza è blindata: 10 camionette su un lato, 8 su un altro, 6 su un altro, altre
|
Ma la vera strategia delle fdo è bloccare i NON manifestanti. Passanti, negozianti, chi fa shopping. Non gli è riuscito prima, qui sì #notav
|
Non vogliono che la gente veda e ascolti i pericolosi #notav. I celerini stanno in blocco su via Roma, via Po, via Garibaldi.
|
Addirittura su via xx settembre, doppio blocco, imbuto largo un metro. Sia mai che i ragazzini con gelato piglino un volantino.
|
Ma lungo via Cernaia, ad esempio, la gente li pigliava eccome, i volantini. E ascoltava i discorsi, e applaudiva. Anche i negozianti.
|
I negozianti terrorizzati dal coprifuoco delle fdo, quelli colla saracinesca mezza giù, che si trovano di fronte gente e parole normalissime.
|

Ma sulla piazza tante bandiere, e clima tranquillo. Nonostante la quarantena made in digos. Pizze alla valsusina cotte sul camioncino.